Esegui una ricerca

Abbandonare la mentalità della dieta

Il primo passo del mangiare intuitivo è rifiutare la convinzione di dover seguire una dieta (salvo che, ovviamente, essa non sia prescritta dal medico per ragioni di salute). Durante le vacanze, è particolarmente facile cadere preda di questa mentalità. Spesso facciamo promesse a noi stessi, come "Quest'anno conterò davvero le mie calorie" o "Mangerò quello che voglio ora e poi inizierò una dieta a gennaio".

Mangia quando e cosa vuoi

Secondo l'approccio alimentare intuitivo, si ha  il permesso di mangiare qualsiasi cibo in qualsiasi momento, purché con conoscenza del suo apporto nutrizionale, dei suoi effetti sull’organismo, e con piena consapevolezza del significato del gesto. A meno che si abbia una restrizione medica o culturale, non è necessario proibirsi di mangiare determinati cibi durante le vacanze o in qualsiasi altro momento.

Intuitive eating in naturopatia

Quando una voce nella testa sussurra che “sei stato cattivo!” perché hai mangiato un panino per la cena - persino con burro! orrore!- questa è quella che il prof. Gussoni definiva la “polizia alimentare”, ossia la funzione puramente repressiva della nostra mente (e dei dietologi televisivi). Per molti di noi, un monologo interno autoritario ruba la gioia del mangiare. Ma il mangiare intuitivo offre libertà da questi vincoli.


Mindful eating: facili accorgimenti

Gli studi dimostrano che le persone tendono a mangiare il 92% del cibo che si servono da sole.
Pertanto, ridurre la quantità di cibo che ci si serve può fare una differenza significativa nel numero di calorie che si consumano.

Mindful eating: accorgimenti

All'interno del percorso di formazione in Nutrizione e Dietetica, erogato da Accademia di Scienze Naturopatiche, sono fornite una serie di tecniche, accorgimenti e suggerimenti per favorire lo sviluppo della consapevolezza anche quando si mangia. Il Mindful eating è parte del stile di vita naturopatico, ossia di una vita vissuta attivamente, intensamente e consapevolmente in ogni suo aspetto. Di seguito un semplice esempio di tecnica di mindful eating.

Dipendenza da cibo e consulenza del benessere

Zucchero e cibi spazzatura creano dipendenza (food addiction) esattamente come quella procurata da droghe e sostanze stupefacenti. Stessi segni, sintomi e comportamenti causati da crisi di astinenza, stessa attivazione dei circuiti della ricompensa, persino gli stessi farmaci.

Non è che il problema richieda un intervento bastato su una visione più ampia e profonda di quella limitatissima di psichiatri, medici e psicoterapeuti che si curano solo delle conseguenze patologiche, e non della persona e dell'ambiente in cui la persona vive?

Naturopata o consulente in naturopatia: differenze

Sono milioni coloro che si definiscono naturopati, di solito per aver frequentato qualche weekend  e letto qualche libro dedicato all'alimentazione, all'erboristeria o a qualche medicina energetica stravagante per la cura di tutte le malattie.
Sono pochi, invece, i professionisti della naturopatia, ossia coloro che non si limitano a proclamare il loro amore per le cure alternative come i naturopati amatoriali, ma professionisti preparati ed esperti in regola con la normativa fiscale, i quali sanno educare a stili di vita orientati al benessere.

Corso base di fiabaterapia

L'importanza della fiaba nella storia  e nell'evoluzione culturale di qualsiasi civiltà del pianeta è a tutti nota. Meno nota è l'applicazione dei principi e dei significati psicologici e antropologici che essa trasmette all'attività professionale di promozione del benessere.

Siamo lieti di comunicare il prossimo avvio del corso di Fiabaterapia erogato online dalla associazione di categoria AssoConsulting.

Erboristeria e fitoterapia psicosomatica: differenze

Una coscienza ambientalista, la quale concepisca la nostra vita umana come rispettosa dell'ambiente e non rivolta solo al suo sfruttamento egoistico, fa fatica a diffondersi. Responsabili sono anche le aziende di prodotti naturali e  tutti i medici che si ostinano a insegnare a naturopati e guaritori dilettanti a porsi in relazione con la natura e le piante solo per combattere patologie, e mai per promuovere il benessere

Rimedi naturali contro il Covid-19

La pubblicità di rimedi naturali in vendita in farmacia la  quale, subdolamente, induce a credere che il rinforzo delle difese immunitarie possa offrire una protezione contro il Covid-19 può essere molto pericolosa.

I consulenti scientifici in naturopatia raccomandano di non sperimentare su se stessi rimedi naturali contro il Covid-19 senza consultare il medico.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per comunicare con gli utenti sulla base dei loro comportamenti sul nostro sito. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.